Cari amici, vi segnaliamo il post sul blog di Emanuela che parla di Hayat, una ragazza saharawi che ha avuto il coraggio di raccontare pubblicamente lo stupro subito. Hayat ha detto che sono tante le giovani come lei, militanti per l’indipendenza del Sahara Occidentale, vittime di violenza sessuale da parte della polizia marocchina. Ma lei e’ la prima, finora, a essere riuscita a vincere il pudore e a parlare.

Delle altre donne saharawi vittime di tortura e incarcerazioni illegali, come sapete, narra il nostro documentario JUST TO LET YOU KNOW THAT I’M ALIVE in fase di raccolta fondi.

E’ emozionante ricevere tanti contributi anche da generosi sconosciuti, e ieri e’ arrivata la donazione finora piu’ elevata: i giornalisti della redazione del mensile Velvet di Repubblica, una delle testate per cui Emanuela collabora, hanno organizzato una vendita di prodotti di bellezza avanzati dai servizi fotografici devolvendo il ricavato, l’equivalente di 250 dollari, al nostro progetto.

Il bilancio di oggi e’ dunque di 1,344 dollari raccolti grazie a 40 sostenitori. Mancano meno di 47 giorni per raggiungere l’obiettivo di 12,200 dollari: contiamo sempre sul vostro prezioso aiuto.

Infine, quelli di voi che stanno a Roma segnino fin d’ora in agenda  l’appuntamento di lunedi’ 22 ottobre. Alle 21, al Teatro Due di vicolo Due Macelli 37, Simona presentera’ una selezione di foto da JUST TO LET YOU KNOW THAT I’M ALIVE durante Shades of Women, una rassegna dedicata al mondo della fotografia al femminile. L’ingresso e’ libero.

A presto con altre notizie.

E nuovamente grazie per tutto cio’ che state facendo per rendere il nostro progetto possibile.

 

Emanuela e Simona

Share →